Carrello 0

Sudamericana

sudamericana raccoglie i testi scritti da Daniele Lauria nel corso dei suoi frequenti viaggi nelle città del Sudamerica per raccontarne lo sviluppo rapido e, spesso, incontrollato; le contraddizioni; gli scenari culturali e sociali di cui poco sappiamo dai media tradizionali.

Sudamericana è una immersione totale, incondizionata e senza pregiudizi nelle grandi capitali dell’America del Sud. Un diario di bordo scritto passo dopo passo, dal basso e tra la gente, con la consapevolezza che, come recitava il cantautore uruguaiano Quentin Cabrera, “le città sono libri che si leggono con i piedi”.

I racconti vi accompagneranno tra le lamiere delle barriadas peruviane, lungo le deserte avenidas di Brasilia e di fianco ai muri che cingono i condomini costruiti da quelle stesse élites finanziarie che spostano, a proprio piacimento, il baricentro produttivo delle metropoli rendendo vano ogni tentativo di pianificazione.

Con una narrazione colorata, e a tratti ironica, i testi mettono a nudo le incongruenze del continente latinoamericano e cercano di illustrare i fenomeni che, in pochi decenni, hanno corroso i canoni e i limiti della città tradizionale, dando vita a realtà policentriche dove tutti, poveri o ricchi che siano, hanno progressivamente perso lo status di “cittadini” diventando semplicemente “abitanti”. Una mutazione che dovremmo imparare a mettere a fuoco anche qui in Europa.

Rifuggendo dai tecnicismi dell’architettura e dell’urbanistica e avvicinandosi più al filone dei racconti di viaggio – come brillantemente descritto da Luca Gibello nella sua introduzione – il “viaggio” proposto da Lauria, dopo aver toccato quattordici città si ferma a Bogotà dove intervista German Samper, forse l’ultimo grande architetto vivente del Novecento latinoamericano. Collaboratore di Le Corbusier, collega del recente premio Pritzker Balkrishna Doshi, è l’autore delle più straordinarie architetture colombiane e mi aiuta, con il suo punto di vista, a trovare una sintesi dei tanti temi trattati nei racconti di “Sudamericana”.

16,00

ID Prodotto: 1552
ISBN: 978-88-99855-27-7
Anno: 2019
Dimensioni: 21x21
Pagine: 144
Categoria:

Dopo la laurea in progettazione urbana e la partecipazione ai piani di recupero edilizio e urbano della città di Firenze coordinati, tra il 1996 e il 1998, da Renzo Piano da Leonardo Benevolo, Daniele Lauria firma nel 1999 il primo progetto del proprio Studio: il padiglione espositivo per l’Internet European Festival, presentato l’anno successivo alla Biennale di Architettura di Venezia. Negli anni successivi matura una specifica esperienza nel restauro di edifici storici e nel disegno di spazi pubblici. Poi, dal 2009 allarga le proprie attività professionali al Sudamerica dove oggi opera – da Bogotà a San Paolo, da Lima a Santiago – in partnership con architetti e urbanisti locali. Parallelamente all’attività progettuale, la sua passione per l’arte e la cultura lo portano a ricoprire l’incarico di direttore artistico per il Festival della Creatività di Firenze (2006-2010) e per il Festival d’Europa promosso nel 2011 dalle principali istituzioni dell’UE.

Daniele Lauria ha tenuto lezioni e conferenze in varie città europee e sudamericane, ha insegnato presso lo IED e la Florence University of Arts. I suoi reportages dal Sudamerica vengono periodicamente pubblicati su “Il Giornale dell’Architettura” e animano gli eventi organizzati dalla Fondazione Feltrinelli sui temi delle nuove frontiere urbane.