Carrello 0

Della presente condizione delle donne – Donne in guerra

La collana TimiaSaggi “Al femminile” inaugura con questi due brani. Il primo, del 1866, è una puntuale analisi storico-sociologica della condizione femminile e delle varie sfaccettature che il conflitto uomo-donna aveva assunto dalle origini fino a metà dell’ottocento. Le conclusioni del saggio – che prefigurava con la nascita della nazione italiana un futuro migliore per le donne che finalmente avrebbero potuto accedere alla cultura e aver riconosciuta pari dignità sociale e intellettuale con l’uomo – furono certamente molto ottimistiche. Nel secondo saggio, del 1926, la Venuti fa scorrere le “donne in guerra” attraverso almeno 3 secoli e svariate nazioni per ridefinire il ruolo femminile nei due secoli successivi dove, tra poche eroine, si distinsero donne abili in politica o grandi studiose. Le donne, in occidente, secondo la Venuti si caratterizzarono nell’800 sempre di più come martiri per le loro idee o per amore. Molte volte guerriere perché madri. Il saggio chiude con una visione romantica: la donna ormai sazia di gloria e di guerre diviene l’emblema della Legge dell’amore. La coscienza femminile sublimata spinge a far guerra alla guerra, impegno impossibile per gli uomini che devono dimostrare sempre il coraggio. È solo grazie alla lungimiranza femminile che si potrà dire “ …e in tutto il mondo era pace”.

5,00

ID Prodotto: 1289
ISBN: 978-88-99855-24-6
Anno: 2018
Dimensioni: 15x21
Pagine: 34
Etichetta .

Rosella Nobilia

Rosella Nobilia, nata a Roma,  sta per diventare ufficialmente anziana. Sostiene che sia necessario vederne i vantaggi, tipo gli sconti all’Opera di Roma. Dopo un esordio tra i 25 e i 30 anni come consulente musicale del Comune di Roma con l’allegra brigata nicoliniana, la realtà vince sul sogno e comincia il duro e meraviglioso lavoro a tutto tondo nell’organizzazione musicale. Da segretario artistico del Cantiere di Montepulciano alla direzione editoriale della Bideri e Warner per la musica contemporanea, dalle trasmissioni radiofoniche  alle relazioni istituzionali dell’Auditorium Parco della Musica. Sugli ultimi anni di lavoro è bene mantenere uno stretto e misterioso riserbo. Non sempre da aspera ad astra….