Carrello 0

Bohemian Rhapsody

di:
Giuseppe Sansonna

Freak sensuale e diabolico, infantile e spietato. Dentoni da cartoon e sguardo da fauno assassino, trangugiatore postmoderno dei fratelli Marx e del melodramma, del metrosexual Rodolfo Valentino, e della sua distorsione parodica. Straniero sempre, soprattutto a se stesso, dall’adolescenza da Little Richard zoroastriano di Zanzibar, alla metamorfosi in elfo di Kensigton dalle orecchie puntute, evocato da chissà quale druido. Per assurgere poi a Regina baffuta e incoronata, mantello lucente e pantaloni da olimpionico, al cospetto…

Continua

Il Nobel a Bob Dylan

di:
Luigi Ciorciolini

No, scusate se non vengo ma c’ho da fa’… Il Nobel per la Letteratura 2016 è andato a Bob Dylan per aver “creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana”. Da qua, da questa sintetica notizia battuta dalle agenzie stampa di tutto il mondo, è cominciata la sarabanda dei commenti pro e contro. Chi scrive è assolutamente pro, lo è da quando bambino dodicenne, avvezzo al folk politico americano degli anni…

Continua