Carrello 0

Scenari postpandemia

La pandemia dovuta al Corinavirus, il Covid19, che ha colpito duramente l’intero globo, oltre l’aspetto terribile e luttuoso che ha portato e porterà ancora via molti dei nostri abitanti, ha suscitato, com’era ovvio, reazioni e riflessioni su possibili esiti futuri. Questo primo Quaderno di ÈUTOPIA – Collana Internazionale di Studi e Progetti Utopici – raccoglie gli scritti dei componenti il comitato scientifico qui invitati ad esplorare possibili scenari postpandemici. L’eterogeneità dei testi, accompagnati da immagini e opere d’arte costituisce un corpus documentario su quanto sta avvenendo, nel tentativo di delineare una possibile ipotesi comportamentale, per lo più legata alle future stretegie e approcci per la costruzione di un diverso uso del paesaggio a venire, di cui ancora la città, nelle sue eterogenee declinazioni, Metropoli – Postmetropoli – Globopoli, rimane la più alta testimonianza umana.

La Collana ÈUtopia, di cui questo è il primo Quaderno, si propone di presentare ad un pubblico più vasto quei progetti o elaborazioni teoriche che spingono il pensiero oltre gli angusti ambiti del quotidiano proiettandoli in un futuro a venire. Pertanto verranno ospitate tra le sue pagine, opere, soluzioni, disegni, prefigurazioni, teorie che spesso sono il frutto di elaborazioni introverse e personalistiche ma che hanno il privilegio di offrire al lettore materie inconsuete dell’operare, come se tali intendimenti auspicassero, come è lecito aspettarsi, ad una loro realizzazione, o spesso, solo a far sì che il mondo possa migliorarsi. “l’Utopia – come sosteneva Eugenio Battisti, a cui la collana è dedicata – è una grande partita a scacchi con il destino, che va sempre giocata da capo; potrebbe essere definita come il progetto dei progetti, la grande ricerca di novità e di concretezza, il motore che obbliga la società a trovare le soluzioni giuste, attraverso il ripudio della tradizione ed il coraggio della sperimentazione”.

12,00

ID Prodotto: 1822
ISBN: (pdf) 978-88-99855-49-9
Anno: 2020
Dimensioni: 15x21
Pagine: 116
Categoria:

Il direttore della collana

Marcello Sèstito Architetto, è autore di numerosi “libri dalla notevole importanza concettuale e dalla forte influenza sul piano dell’estetica”, come vuole Franco Purini che lo definisce un artista-scienziato. Tra gli altri, Alfabeti di architettura, Colonne stilate; Architetture Globali; Fata Morgana o la città riflessa; Immedesimazioni; Il Gorgo e la Rocca, tra Scilla e Cariddi territori della mente; Architettura Animale; Corpo e Architettura. Ha tenuto conferenze in tutto il mondo, recentemente in Cina a Kunming e a San Paulo del Brasile. Divide la sua attività teorica e di progettazione tra Milano e Reggio Calabria condividendo tutte le sue esperienze con Antonella Pavia con cui divide la casa e la vita. Dal 1994 è professore di Composizione Architettonica nella ‘Mediterranea’ di Reggio Calabria. I suoi studi e progetti, pubblicati sulle maggiori riviste specializzate di settore si incentrano sul rapporto tra arte e architettura. Interessato al mito nelle sue diverse declinazioni la sua ricerca si muove nella costante elaborazione di strutture mentali, tra sincretismo ed eteronomia, atti a configurare nuovi scenari futuri.